Acne escoriata: come si presenta e come curarla

Quando non riusciamo a resistere alla tentazione di grattarci in prossimità di un brufolo o, nel peggiore dei casi, di “spremerlo”, dovremmo essere a conoscenza delle conseguenze che questi gesti inconsulti potrebbero causare alla nostra pelle: alla lunga, infatti, il fatto di fissarsi su un brufolo o punto nero e continuare a grattarlo, può creare una fastidiosissima irritazione e soprattutto può infettare la pelle circostante creando non pochi fastidi e problemi fisici.
Si tratta dell’acne escoriata, quel tipo di acne, per l’appunto, che proviene da un trattamento invasivo ed errato, e dai cosiddetti “rimedi fai da te” che possono seriamente compromettere la salute della pelle: essa è letteralmente causata dalla spremitura e schiacciamento dei brufoli, e non è un caso che molte delle persone – in genere di sesso femminile e di età non troppo avanzata, vicina alla pubertà ed alla adolescenza – che passano ore davanti allo specchio per spremere e tentare di eliminare i brufoli in eccesso siano proprio la maggior parte delle persone affette da questo tipo di acne, che può avere inizio come una semplice e banale acne vulgaris, ma che alla lunga  è spesso accompagnata da iperpigmentazione post-infiammatoria.
Questo significa che il tentativo – diciamo maldestro – di migliorare la situazione “torturando” la nostra pelle, può rivelarsi nocivo per la salute e portare ad un ingrandimento delle macchie e dei brufoli in grado di infettare le zone circostanti e di causare delle ferite irreversibili, ovvero le tanto odiate cicatrici.
Come comportarsi di fronte ad un inizio di acne escoriata?
Le rotture della pelle causate da questo tipo di acne possono essere trattate con una crema ad uso topico o con farmaci specifici che vanno sempre prescritti da un medico – meglio se dermatologo– in grado di valutare la situazione e stabilire se è il caso di procedere a trattamenti più intensivi, come ad esempio l’uso degli antibiotici in casi di infezioni gravi.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento qui sotto

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi