Acne del Neonato

L’acne del neonato (anche neonatorum acne) o l’acne del bambino è una condizione comune, che colpisce circa il 20% dei neonati.
I neonati, generalmente, sviluppano l’acne a causa della presenza degli ormoni materni, che attraversano la placenta e che dopo la nascita stimolano le ghiandole sebacee del bambino formando delle protuberanze sulla pelle che possono sembrare brufoli. Così, il neonato può avere sulle guance, sul mento e sulla fronte dei piccoli brufoli rossi o addirittura dei punti bianchi.
Generalmente l’acne del neonato segue uno schema ben preciso, e cioè:
● si manifesta nella terza settimana di età, anche se l’acne può già essere presente al momento della nascita;
● sono più colpiti i neonati maschi;
● si rappresenta sotto forma di papule (piccoli arrotondamenti infiammati) o pustole (o punti bianchi, che contengono pus);
● non lascia cicatrici.

Nella maggior parte dei neonati l’acne si manifesta sul viso e qualche volta sul cuoio capelluto. Le lesioni causate, generalmente, scompaiono da sole nel giro di 4 mesi, perciò non è necessario alcun tipo di trattamento. Per aiutare questa situazione si deve lavare almeno una volta al giorno il viso del neonato con un detergente neutro, ed evitare l’uso di oli o lozioni.
Nei casi di neonati che manifestano forme gravi di acne , il medico può consigliare un trattamento con il perossido di benzoile, o con creme a base di retinoidi.
E’ meglio ricordare che non è detto che se i genitori soffrano di acne anche il neonato avrà lo stesso problema, come non è detto che se un neonato manifesta l’acne dopo ne soffrirà anche nell’adolescenza.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento qui sotto

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi