Brufoli: cause esterne

La formazione di brufoli è dovuta alla mancata fuoriuscita di sebo dal canale follicolare e da una penetrazione, all’interno del canale, dei batteri che normalmente si trovano sulla superficie della pelle.

In caso di occlusione del canale follicolare, gli eventuali batteri penetrati all’interno possono proliferare nel sebo non fuoriuscito, dando origine ad una infezione al di sotto della superficie cutanea.

Il brufolo è quindi in realtà una piccola infezione localizzata, di cui possiamo riconoscere la formazione tramite semplice sguardo perché la cute è gonfia e presenta  il caratteristico colore rossastro che, ad esempio, non è presente nei punti neri.

Tra le cause principali di formazione dei brufoli ci sono i cambiamenti ormonali che spingono le ghiandole sebacee ad una produzione di sebo superiore alla norma, sebo che non riesce a fuoriuscire completamente dal canale follicolare e che quindi, se c’è una presenza di batteri all’interno, causa una piccola infezione localizzata.

E’ per questo motivo che i brufoli sono caratteristici dell’età dello sviluppo, proprio perché le ghiandole sebacee rispondono alla presenza di testosterone, un ormone maschile che è chiaramente presente negli individui di entrambi i sessi, pur se con tutta ovvietà è presente in quantità maggiore in un individuo di sesso maschile rispetto ad un individuo di sesso femminile.

Ma non solo il testosterone è responsabile dei brufoli: tutto ciò che dall’esterno spinge ad alterare il normale funzionamento delle ghiandole sebacee e che ostruisce i pori della pelle è possibile causa di brufoli.

Tra queste cause, le più diffuse sono sicuramente l’utilizzo di alcuni cosmetici non consoni alla nostra pelle, l’assunzione di alcuni farmaci, lo stress, l’esposizione a condizioni ambientali non ottimali.

In realtà, anche una scorretta pulizia del viso può favorire l’insorgenza di brufoli: il sebo viene infatti prodotto per proteggere la nostra pelle, se puliamo in maniera troppo drastica, eliminando tutto il sebo di protezione con prodotti non consoni, la conseguenza immediata sarà una accelerazione della produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee e, quindi, una aumentata probabilità di insorgenza di brufoli.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento qui sotto

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi