Chi soffre di acne è più timido

“L’acne è una malattia vissuta con un disagio sempre crescente.”

A parlare è il dermatologo Vincenzo Bettoli, il quale, nel 1997 è stato fondatore, presso l’Ospedale Sant’Anna di Ferrara, dell’Ambulatorio per lo Studio e la Terapia dell’Acne e delle Dermatosi Correlate.

Secondo lo specialista dermatologo, negli ultimi anni il problema dell’acne sta cambiando presenza ed abitudini: questo non significa che l’acne stia colpendo, in quanto malattia, persone di sesso diverso rispetto a qualche anno fa, in quanto l’acne, oggi come un tempo, colpisce indistintamente giovani e adulti, maschi o femmine.

La differenza rispetto al passato è però molto netta, e riguarda soprattutto i comportamenti attuati di fronte a questa malattia della pelle che oggi è percepita come un vero e proprio disagio: se un tempo a preoccuparsi dei problemi di brufoli e comedoni erano solo le ragazze, oggi il problema dell’acne è abbastanza sentito anche da parte dei ragazzi, che esattamente come avviene per il sesso femminile percepiscono un forte senso di disagio interiore dovuto a questa malattia della pelle.

Alcuni studi recenti hanno inoltre evidenziato che i giovani colpiti dall’acne sarebbero più deboli rispetto ai ragazzi che non hanno questo problema della pelle: una grossa percentuale dei giovani che si sono sottoposti a questi studi rivela questi ragazzi come timidi, introversi, “secchioni”, e quindi più facilmente colpiti da bullismo o da angherie tra coetanei.

Il disagio che molti giovani provano di fronte a questa malattia è decisamente forte, ed è compito della famiglia, della scuola e di un buon dermatologo, aiutare e sostenere chi vive questo problema in maniera decisiva ed efficiente.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento qui sotto

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi